Valpolicella, un passato divino.

Da dove veniamo noi.

Fast Private Jet può vantare di aver scelto la sua sede nella famosa zona di viticoltura della provincia di Verona, a est del Lago di Garda, nel nord-est del territorio italiano. Da qui, organizziamo i tuoi voli privati ​​e ci occupiamo di tutte le tue richieste.

La regione vinicolo- agricola della Valpolicella è famosa per la produzione di vino e per il marmo. La Valpolicella si trova subito dopo il Chianti (Toscana) nella lista dei produttori di vino di Denominazione di Origine Controllata (DOC). La maggior parte dei vini prodotti nella DOC della Valpolicella sono rossi e di solito contengono una quantità considerevole dell'uva più pregiata della zona, la Corvina. Altre uve utilizzate nella produzione del vino Valpolicella includono più spesso Rondinella e Corvinone, ma anche Molinara, Rossignola, Negrara, Barbera, Sangiovese e Bigolona.

La tradizione vinicola nella regione esiste almeno dal tempo dell'antica grecia. Il nome "Valpolicella" appare in carte della metà del 12 ° secolo, combinando due valli precedentemente pensate come indipendenti. Il significato del nome della valle proviene dal mix tra latino e greco di "Val = valle, Poli = multiplo, e Cella = cantina". Oggi l'economia della Valpolicella è fortemente basata sulla produzione del vino. La regione, chiamata colloquialmente "la perla di Verona", è anche una zona privilegiata per la numerosa presenza di ville rurali storiche.

Il vino rosso noto come Valpolicella è tipicamente composto da tre varietà di uva: Corvina veronese, Rondinella e Molinara. I Valpolicella di base sono vini da tavola leggeri e fragranti, prodotti e rilasciati solo poche settimane dopo la raccolta. Il vino della Valpolicella si divide in 3 tipi: il Valpolicella Classico, ottenuto da uve coltivate nell'originaria zona di produzione della Valpolicella,il Valpolicella Superiore, affinato in legno per almeno un anno, ha una percentuale alcolica di almeno il 12%. Infine il Valpolicella Ripasso, che deriva Valpolicella Superiore, ma che viene fatto con bucce di acini parzialmente appassite, che sono state lasciate fermentare da altri vini della zona come l'Amarone o il Recioto.

I vini sono prodotti in un'ampia varietà di stili che vanno dai vini da tavola, vini rossi corposi, vini dolci da dessert e persino spumanti frizzanti. I Valpolicella di base sono di corpo leggero, sono spesso noti per il loro sapore di amarena e hanno un livello moderato di alcol. Il corposo Recioto e il vino Amarone raggiungono invece livelli alcolici del 15-16%.

Il Recioto della Valpolicella è un vino dolce da dessert, storicamente associato alla regione e che può far risalire le sue origini alle tecniche enologiche dell'antica Grecia. Il suo nome è associato ai lobi estesi di un grappolo d'uva, che appaiono come "orecchie" nella parte superiore del grappolo. Gli acini esposti sulle "orecchie" ricevono la luce solare più diretta e diventano le uve più mature sul grappolo. Le uve destinate a questo tipo di vino vengono spesso coltivate nei vigneti collinari più idealmente situati. Vengono poi portati in apposite stanze dove possono essiccare, mentre la concentrazione di zucchero si mantiene stabile all'interno dell'uva.

Il Valpolicella Ripasso prende il nome dalla tecnica del ripasso, attraverso la quale le vinacce delle bucce e dei semi rimasti dalla fermentazione del Recioto e dell'Amarone vengono aggiunti al lotto dei vini della Valpolicella per un lungo periodo di macerazione. Questa ulteriore fonte per il restante materiale di fermentazione aiuta ad aumentare il livello di alcol e il corpo dei vini e allo stesso tempo filtra il tannino, la glicerina e alcuni composti fenolici che contribuiscono a creare la caratteristica complessità, il sapore e il colore del vino. Un metodo alternativo consiste nell'utilizzare le uve parzialmente appassite, anziché le vinacce rimanenti, che contengono meno tannini amari e ancora più composti fenolici.

L'Amarone è unico nel mondo del vino. In genere, i vini molto alcolici, corposi e dal sapore maturo sono prodotti in regioni climatiche molto calde, dove le uve sono in grado di accumulare grandi quantità di zucchero durante la maturazione sulla vite. La regione della Valpolicella è caratterizzata come una "regione climatica fresca" in cui di solito si mantengono i livelli di acido e la produzione di zucchero avviene più lentamente nella vite. Le uve destinate all'Amarone sono le ultime uve da raccogliere in Valpolicella: si lasciano maturare il più a lungo possibile e vengono raccolte giusto poco prima che che si formino muffe e marciume. Gli zuccheri presenti nell'uva vengono quindi concentrati mediante un processo di essiccazione dove vengono conservati in apposite stanze dai tre a quattro mesi. Durante questo periodo, oltre un terzo dell'acqua viene rimosso mentre l'uva si restringe e si trasforma in uva passa. Questo metodo produce uve più concentrate, che riescono a mantenere l'equilibrio acido di un'uva fresca.

Se siamo riusciti a stuzzicare il tuo interesse e a far nascere la voglia di degustare un calice del nostro vino locale, non esitare a chiederci. Sarà un piacere per noi fartelo trovare a bordo del tuo jet privato, da ovunque decollerai.