Quando è applicabile l'IVA sul servizio di noleggio di jet privati?

Chiarificazioni in merito all'IVA ed altre imposte.

Quando noleggi un jet privato per il tuo volo, ci sono alcune tasse che devono essere pagate al governo. Una di queste è l'IVA, l'imposta sul valore aggiunto.

Si tratta di un complicato sistema fiscale creato da burocrati europei che viene applicato più o meno uniformemente in tutta Europa.

Fast Private Jet viene addebitata per conto del cliente e sull’offerta che noi proponiamo viene aggiunta la commissione IVA.

In generale, quando non si applica alcuna esenzione, l'IVA è applicabile a tutti i voli nazionali, ovvero quei voli all'interno dello stesso paese come Parigi Nizza, Berlino Monaco, Roma Milano ...

In base alle normative fiscali del governo, le persone fisiche e le società hanno il diritto di reclamare l'IVA sugli acquisti e i costi di gestione dei jet privati ​​se vengono utilizzati per scopi aziendali.

Da notare anche che, alcuni Stati membri applicano limitazioni a questo diritto alla detrazione dell'IVA a monte, ecco i principali:

Italia

10%

 

Spagna

10%

 

Austria

13%

 

Gran Bretagna   

20%

 

Olanda

21%

Germania

19%

 

Francia

10%

 

È importante sottolineare anche che in Italia è stata istituita dall'aprile 2012 l’Italian Tax Pax (nota anche come tassa del lusso italiana). È un importo addebitato all'operatore per ogni passeggero per ogni movimento da e verso qualsiasi città all'interno del territorio italiano.

L'imposta è dovuta da ciascun passeggero e pagata all'operatore come segue:

• €10 per passeggero per ogni volo inferiore a 100 km da, o all'interno del territorio italiano (rivolto principalmente ai servizi di trasporto in elicottero)

• €100 per passeggero per ogni volo di oltre 100 km ma inferiore a 1500 km da, o all'interno del territorio italiano

• €200 per ciascun passeggero per ciascun volo da o verso il territorio italiano superiore a 1500 km

Ad esempio, un aerotaxi noleggiato da Londra a Milano Linate con 6 passeggeri sarebbe soggetto a € 600 di Italian Tax Pax (quando atterra in territorio italiano). Il volo di ritorno da Milano a Londra sarebbe soggetto ad altri €600 per la medesima tassa per i passeggeri che lasciano il paese, per un totale di € 1.200. La buona notizia è che in un caso del genere l'IVA non verrà applicata, trattandosi di un volo internazionale. 

La Francia applica un’imposta fiscale simile, dell'importo di circa € 11 per passeggero, da pagare solo quando si lascia il paese.

Il Regno Unito ha la cosiddetta “imposta di Sua Maestà e imposta doganale” dell'importo di circa € 30 per passeggero all'uscita dal paese.

Si prega di notare che queste tasse sono applicate solo quando viene noleggiato un aerotaxi.

Sappiamo che questo argomento potrebbe sembrare difficile e complicato. Siamo lieti di chiarire ogni aspetto delle normative fiscali e IVA per voi con precisione e trasparenza.