E-aviation, jet privati alimentati da motore elettrico.

Electric Aviation, come funziona?

Dove arriverà il futuro del trasporto aereo? I jet privati ​​saranno i primi a convertirsi all’elettrico? Il salone dell'automobile di Ginevra, che ha recentemente promosso un enorme inventario di auto elettriche, ci ha fatto pensare a cosa succederà al mondo dell'aviazione, cosa ci sarà di diverso, rispetto al modo in cui tutti noi lo abbiamo conosciuto finora?

Cos'è un aereo elettrico nei dettagli? È un aereo alimentato da motori elettrici. L'energia elettrica utilizzata per la spinta e la portanza che funzionano in antitesi alla resistenza e al peso, può essere fornita da una varietà di metodi tra cui batterie, cavi di alimentazione a terra, celle solari, ultracondensatori, celle a combustibile e fascio di energia.

Spinti dall'urgenza e dalle preoccupazioni per il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici, i governi e le aziende di tutto il mondo si stanno preparando per un'era post-petrolio.

Sebbene siano stati compiuti degli sforzi per limitare le emissioni di carbonio nel settore dell'aviazione utilizzando i biocarburanti ad esempio, non è ancora nata nessuna strategia intelligente per sostituire il cherosene.

Eppure, come nel caso dell'industria automobilistica, anche la propulsione elettrica sembra essere il futuro dell'aviazione… Gli aerei ad alimentazione elettrica hanno volato sin dagli anni '70, se non contiamo un rapporto non confermato datato 1957. Si sono trasformati in piccoli veicoli aerei a batteria o droni, che dal XXI secolo vengono ampiamente utilizzati per molti scopi. Sebbene i primi voli controllati da remoto di un elicottero risalgano al 1917 e di un dirigibile addirittura al secolo precedente, il primo volo libero da operatore realizzato da un aeroplano ad alimentazione elettrica non fu realizzato fino al 1973, e la maggior parte degli aerei elettrici oggi è ancora in fase sperimentale.

Quindi, perché le cose sono andate così lentamente in aria, paragonate al trasporto via terra? Perché sembra che gli innovatori della materia si trovino ad affrontare un numero molto grande di complicazioni. Una sfida chiave nella costruzione di aerei elettrici riguarda la quantità di energia che può essere immagazzinata in una data quantità di peso della fonte di energia a bordo (batteria). Sebbene le migliori batterie abbiano una capacità di immagazzinamento inferiore di circa 40 volte l’energia per unità di peso rispetto ai jet alimentati a carburante combusto, una maggiore percentuale della loro energia è necessaria per il solo movimento. In definitiva, per un dato peso, il carburante per jet contiene circa 14 volte più energia utilizzabile di una batteria al litio ultramoderna.

Ciò rende le batterie relativamente pesanti per l'aviazione e i produttori si stanno concentrando su questo problema di peso.

Il punto è che, a differenza dei motori a reazione, l'efficienza dei motori elettrici non beneficia delle dimensioni. Quindi, invece di due o più motori di grandi dimensioni sotto le ali, è possibile avere un jet con molti piccoli motori distribuiti lungo la fusoliera, spiega l’americana Wright Electric.

Ciò porterebbe non solo a aerei più silenziosi e ad emissioni zero, ma anche esteticamente radicalmente diversi da quelli a cui siamo abituati oggi.

Quindi, sembra che l'eviation ed i jet privati elettrici non siano troppo lontani ... restate sintonizzati!

Foto: Eviation Aircraft